Il Congresso Nazionale rappresenta per la SIEC un momento fondamentale di sintesi, di riflessione su quanto la Società è riuscita a realizzare nei due anni precedenti e di prospettiva al fine di individuare nuovi elementi di sviluppo societario. Anche questo anno Il Presidente , il Consiglio Direttivo, i Delegati regionali ed il Comitato del Congresso hanno investito moltissimo nella realizzazione del programma di questo Congresso.
L’obiettivo fondamentale che ci siamo posti è stato quello di creare , sulla scia delle riuscitissime manifestazioni delle Macroaree del 2016, un evento di elevato contenuto culturale, che contemporaneamente tenesse viva l’attenzione, stimolando la partecipazione attiva dei soci e non, con nuovi format interattivi e multimediali.
Tutto il Congresso è permeato comunque da un filo conduttore comune: la visione del test strumentale , inquadrato nell’ambito della problematica fisiopatologica e “clinica” del paziente, che a nostro avviso deve essere considerato l’elemento centrale del sistema salute.
Nell’ambito del Congresso sarà sviluppata la maggior parte di quegli argomenti clinici, fisiopatologici , diagnostici e terapeutici che nella letteratura e nella pratica clinica sono attualmente al centro del dibattito scientifico. Inoltre grande attenzione è stata da noi posta nella scelta della faculty , questo al fine di consentire al partecipante socio /non socio di poter confrontarsi con esperti riconosciuti, veri leader degli argomenti in cui sono coinvolti.
Sarà un Congresso Innovativo in cui saranno affrontati molti temi riguardanti le tecniche diagnostiche di Imaging Cardiovascolare, tenendo ben presente che l’ecografia cardiovascolare ne è il fulcro essenziale. Il Congresso , in questa ottica, sarà l’occasione per un confronto metodologico tra le varie tecniche diagnostiche strumentali come la TAC e la RMN, con sessioni dedicate e con la partecipazione dei migliori esperti italiani ed europei.
Grande risalto sarà dato alle “nuove tecnologie ultrasoniche” (Ecocardiografia Tridimensionale, Strain bidimensionale , ecocontrasto, Fluidodinamica , etc), cercando di capire se rimarranno ancora “nuove” per molto tempo , o se finalmente potranno cimentarsi nell’arena clinica. Tecnologia sì, ma mai disgiunta dalla clinica: durante il Congresso vedremo se ed in quali contesti, queste nuove tecniche potranno supportare il nostro decision-making nella pratica clinica quotidiana . Tecnologia sì, ma senza perdere di vista i costi: quanto effettivamente possiamo permetterci e di cosa abbiamo effettivamente bisogno nel mondo reale?
Il prossimo Congresso Nazionale SIEC avrà una risonanza internazionale, dal momento che vi parteciperanno i membri del board della Associazione Europea di Imaging Cardio-vascolare (EACVI), che ci porteranno le novità scientifiche relative all’ecografia cardiovascolare ed ad altre tecniche di imaging.
Stiamo realizzando un Congresso che si inserisce nell’obiettivo nazionale di offrire contenuti tecnicoprofessionali, conoscenze e competenze, specifici in tema di ecocardiografia clinica e di imaging multimodale.
Molto spazio sarà dato ai “Teaching” con specifiche tematiche come l’Ecografia Tridimensionale Transesofagea e la Cardiopatia Congenita dell’Adulto ed agli “How to” di ecocardiografia clinica (Imaging nello scompenso, Counseling cardiologico in gravidanza, Mitraclip, ed Ecostress) ed ai “confronti fra esperti” su tematiche controverse (Transcatheter Aortic Valve Implant, Valvulopatie, Sindromi cliniche con disfunzione diastolica).
Le tematiche dei Simposi spazieranno dall’Imaging cardiovascolare nelle cardiopatie strutturate e nel paziente oncologico, all’ecocardiografia toracica in PS al Laboratorio Digitale, oltre ad un simposio che analizza il ruolo (potenzialmente straordinario) dell’ecocardiografia in contesti a scarse risorse, come i paesi in via di sviluppo.
Tutto questo è solo un accenno della varietà dei temi trattati.
Sarà un Congresso “giovane” , cioè aperto ai giovani: la SIEC si apre ai giovani alle loro idee e al loro entusiasmo. Giovane significa anche aprirsi a una “giovane categoria”: i Sonographers. Anch’essi saranno protagonisti al Congresso SIEC, vi saranno infatti, sessioni rivolte ed aperte anche a loro, durante le quali avranno la possibilità di interagire e confrontarsi con gli ecocardiografisti medici, per sondare tutte le potenzialità di questa nuova figura professionale, puntando sempre su qualità e competenza. Inoltre grande risalto sarà dato a quei partecipanti che, avendo presentato contributi scientifici sotto forma di abstracts, saranno selezionati per la presentazione di comunicazioni orali o poster, cui saranno assegnati premi alla migliore comunicazione ed al miglior caso clinico.

SCARICA IL PROGRAMMA

SHARE