Cari Amici e Soci di SIPREC,
condividiamo di seguito con voi la lettera in merito all’iniziativa EU4Health, indirizzata dai Presidenti della Fondazione Italiana per il Cuore, Dottoressa Emanuela Folco, e della Società Italiana per la Prevenzione Cardiovascolare, Prof. Massimo Volpe agli Onorevoli italiani membri dell’ENVI (Commissione del Parlamento Europeo per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare).

Cari Onorevoli italiani del Comitato ENVI,

in questi giorni la European Commission sta preparando il Proposal for a Regulation on the establishment of a programme for the Union’s action in the field of health – for the period 2021 – 2027 (EU4Health Programme).

L’EU4Health Programme ha i seguenti obiettivi generali e specifici:

-Overall objectives of the EU4Health programme:

  • Protecting people from cross border threats to health
  • Availability in the EU of medicines, medical devices and other crisis relevant products
  • Strengthen health systems and the health care workforce to increase the general level of public health

-Specific objectives include:

  • address inequalities in health
  • strengthen health systems and the healthcare workforce
  • strengthen health system’s ability to foster disease prevention and health promotion, patient rights and cross border healthcare
  • support action for the surveillance, prevention, diagnosis and treatment and care of non-communicable diseases, and notably of cancer
  • support the development for monitoring and promoting the use of health impact assessments of relevant policies
  • support member states in implementation of high-impact prevention practices.

Come si può evincere, in uno degli obiettivi specifici nell’ambito delle malattie non-trasmissibili, si enfatizza l’interesse verso il cancro, mentre le malattie cardiovascolari (infarto miocardico e ictus cerebrale) e le comorbidità ad esse associate (obesità, diabete mellito, ipertensione arteriosa, ipercolesterolemia, demenza su base cardio-cerebrovascolare) non appaiono indicate in modo altrettanto chiaro ed esplicito.

Tuttavia, le malattie cardiovascolari rappresentano la prima causa di morte in Italia e in Europa (36% delle morti versus, ad esempio, 26% delle morti causate da tumori). E a proposito di decessi, va sottolineato che ben il 18% delle donne europee e il 22% degli uomini europei che  muore nella fascia di età prima dei 65 anni (età, quindi, lavorativa), muore per infarto miocardico o ictus cerebrale.

In considerazione di questi importanti dati epidemiologici, è inevitabile che il costo socio-economico (morbilità, mortalità, disabilità) delle malattie cardiovascolari raggiunga in Italia e in Europa livelli molto elevati. Ne consegue però, che investire in campo cardiovascolare comporti un rapporto costo-beneficio molto favorevole.

L’EU4Health rappresenta un’opportunità in tale direzione e, pertanto, vorremmo invitarLa a far sì che nel testo del EU4Health Programme venga sottolineata la necessità di intervenire  anche nell’area delle malattie cardiovascolari al fine di proteggere i milioni di cittadini/pazienti europei che ne sono affetti.

Nel ringraziarVi, anche a nome dell’EHN (European Heart Network, a cui afferiamo), per la Vostra preziosa collaborazione, Vi inviamo i nostri più cordiali saluti,

Emanuela Folco
Presidente Fondazione Italiana per il Cuore

Massimo Volpe
Presidente Società Italiana per la Prevenzione Cardiovascolare

SHARE