Secondo uno studio condotto in Cina una cucina ricca di spezie apporta un beneficio tale da aumentare la longevità. Non solo: i piatti sono gustosi e si può fare a meno del sale.

Ormai anche nelle cucine delle famiglie le spezie non mancano, dalla moda del curry alla tentazione del peperoncino il fascino di queste polveri apporta anche ottimi benefici alla nostra salute cardiaca.
Alcuni ricercatori americani, hanno osservato che un frequente consumo di cibi speziati è associato con una maggiore aspettativa di vita.
Parliamoci chiaro, non basta aggiungere solo qualche spezia ai nostri piatti per vivere più a lungo. Bisogna ricordarsi che gli studi sulle spezie riguardano quasi sempre popolazioni con abitudini diverse dalle nostre, e inoltre non è detto che poi siano altre abitudini a cui ricondurre la longevità.
Siamo certi di alcune proprietà delle spezie, cosa che avvalora la ricerca svolta in Cina. Si è spesso parlato della curcuma con proprietà antiossidanti e che favorisce un miglioramento della memoria in pazienti anziani. Le spezie hanno davvero forti potenzialità e utilizzandole nella preparazione dei nostri piatti sicuramente migliorano il sapore dei cibi e ci aiutano nel ridurre l’aggiunta del sale negli stessi.
Ecco alcuni esempi:

PAPRIKA

E’ una spezia che nasce dai peperoni essiccati, vuotati della parte bianca. Contiene un elevato contenuto di vitamina A e di vitamine utili a proteggere i vasi sanguigni, per esempio la vitamina E. Contiene molto ferro, utile per prevenire l’anemia e attraverso alcune vitamine può aiutare a migliorare la circolazione. Si può utilizzare per insaporire le patate lessate o cotte al forno, per condire e insaporire zuppe, o anche stufati e piatti a base di riso.

CURCUMA

E’ una spezia che nasce dalla pianta da cui prende il nome. Ha proprietà anti infiammatorie e antiossidanti; contiene molto potassio e vitamina C. La dose giornaliera consigliata è di due cucchiaini da caffè.

 

PEPERONCINO

Il maggior beneficio del peperoncino arriva dalla capsaicina una sostanza capace di stimolare e aumentare il flusso sanguigno. Si pensi che può prevenire alcune patologie cardiache. Utile per tenere vene e arterie pulite e lontano dal rischio del colesterolo, una delle cause principali di infarti e ictus. Questa sostanza può essere utile negli attacchi di cuore: somministrata a brevissimo tempo dall’infarto, aiuterebbe l’organismo a non soccombere e aumenterebbe le possibilità di sopravvivenza in attesa dei soccorsi, questo secondo alcuni studi condotti in Ohio.

SHARE